Chi Siamo

La Rosa Pellami s.r.l nasce nel 1998 quando il titolare Sig. Gianfranco Rosa decide di avviare questa nuova attività dopo un'esperienza trentennale nel campo della pelle e soprattutto nel wet blue.

 

Situata nel centro del polo industriale arzignanese, il più importante nel settore, la Rosa Pellami commercia inizialmente nel mercato locale per poi espandersi con l'entrata in società dei figli Andrea e Nicola, l'assunzione di personale specializzato e la modernizzazione del magazzino nel mercato internazionale incrementando il proprio giro d'affari non tralasciando l'alta qualità del servizio offerto, la cordialita e la disponibilià che l'hanno sempre contraddistinta.

 

Curiosità Storiche

Rosa pellami

L'utilizzo della pelle come indumento o per la costruzione di alcuni oggetti risale alla preistoria quando l'uomo si accorse che avrebbe potuto usufruire di questo materiale che ricavava dagli animali che cacciava.

 

Il problema più grande fu il processo di putrefazione che cominciava in brevissimo tempo, fortunatamente scoprì casualmente che se la pelle era stata esposta al fumo del fuoco acceso per riscaldarsi o per cuocere la carne , oppure se la pelle era stata immersa in acqua in cui erano immersi anche rami o foglie di piante e alberi, allora la pelle durava molto di più.

 

Era stata praticamente scoperta la concia agli aldeidi.

Da allora cominciò una lentissima evoluzione.

 

La concia al Cromo

Interno magazzino

Il passo più importante verso una radicale trasformazione della produzione conciaria fu tuttavia la scoperta, verso la fine

dell'Ottocento-inizi del Novecento , della concia al cromo , cioè della capacità conciante dei composti del cromo trivalente (Cr +3 ) che sono in grado di legarsi stabilmente alla pelle rendendola imputrescibile. Questo tipo di concia è ormai di gran lunga il più diffuso (l'85-90% di tutti i cuoi prodotti nel mondo sono conciati al cromo) a causa della sua semplicità, rapidità (poche ore invece che giorni), flessibilità (con la concia al cromo si può produrre qualsiasi tipo di cuoio), economicità. Il bottale, la concia al cromo, gli enormi sviluppi della chimica negli ultimi anni, l'introduzione anche nell'industria conciaria di moderne tecnologie hanno ormai trasformato l'attività conciaria in una vera industria, che ancora oggi, come nella preistoria, trasforma un rifiuto della ben più importante industria alimentare in un prodotto utile e durevole, adatto per la produzione di innumerevoli oggetti.

 

Share by: